La nostra parrocchia già da qualche anno ha tentato di intraprendere il nuovo percorso di catechesi, secondo le indicazioni date dalla diocesi di Pinerolo, che riguarda un cammino di fede ispirato al catecumenato e il coinvolgimento della famiglia che diventa sostegno essenziale per una scelta cristiana: siccome i ragazzi non hanno autonomia per fare scelte cristiane, occorre che il cammino coinvolga i genitori o la famiglia. Due gruppi di ragazzi hanno ricevuto il sacramento della S. Cresima ed ora continuano facendo un percorso di “dopocresima” che porterà ad una maggiore introduzione alla vita cristiana. La celebrazione della Cresima per l’attuale gruppo di terza media è prevista per domenica 19 ottobre alle ore 10.30.

La situazione degli altri gruppi è già un po' più allineata al percorso vero e proprio di Iniziazione Cristiana per lo meno con i 4 gruppi dei più piccoli (dalla 2° elementare alla 5° elementare):

  • il primo anno è un anno fondamentalmente di conoscenza e aggregazione, viene utilizzato il sussidio creato dalla Commissione Catechistica dal titolo “Fateli crescere negli insegnamenti del Signore” che contiene le schede per i bambini, per i catechisti e per gli incontri con i genitori genitori
  • il secondo anno è l'anno della prima evangelizzazione, “Incontriamo Gesù che ci parla e ci chiama” e viene utilizzato il sussidio del Progetto Emmaus che ci accompagnerà per tutto il cammino
  • il terzo anno è la prima fase di catecumenato, “Entriamo nella storia della salvezza e professiamo il Credo”

Attualmente i  ragazzi più grandi stanno seguendo ancora i percorsi tradizionali ma andando avanti nella scaletta possiamo dire che:

  • il quarto anno sarà la seconda fase di catecumenato, “Vivere nell'Amore del Padre e pregarlo come Padre Nostro”
  • il quinto anno sarà la terza fase di catecumenato, “Siamo chiamati a seguire Gesù e vivere nell'amore con la preparazione ai sacramenti”

In ultimo Progetto Emmaus propone “La mistagogia, cioè entrare nella comunità per vivere come cristiani ogni giorno”che ha lo scopo di vivere nella comunità a cui apparteniamo. Questo itinerario nuovo e sperimentale prende lo spunto dalla Nota del Consiglio Permanente della CEI sull'Iniziazione Cristiana dei fanciulli e dal documento della stessa CEI “Il volto missionario delle parrocchie”. Segue lo schema proposto dalla Guida per l'itinerario catecumenale di ragazzi del servizio Nazionale per il catecumenato.La novità essenziale è il fatto che un itinerario catecumenale “è un tirocinio di vita cristiana” e implica dunque: l'ascolto della Parola – i riti di passaggio e le celebrazioni – la pratica della vita cristiana. Siamo consapevoli che si tratta di un rinnovamento lento e graduale oltre ad essere una proposta adattabile alla situazione concreta di ogni parrocchia che non deve però tradire le esigenze di evangelizzazione che il mondo ha in questo momento.

Free Joomla! template by Age Themes

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy PolicyChiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.