Chi siamo?

E’ l’anno 1903 e Giovanni Battista Tomassi, giovane ventenne affetto da una grave forma di artrite deformante, è costretto in carrozzella da quasi 10 anni. Sofferente nel corpo e nello spirito partecipa ad un pellegrinaggio a Lourdes con l’intenzione di togliersi la vita qualora non ottenga la guarigione. Ma le cose vanno diversamente. Colpito dalla dedizione e dall’amore dei volontari e di come la loro compassione porti sollievo e conforto ai malati, abbandona il suo proposito per dedicarsi lui stesso al trasporto ed all’assistenza dei sofferenti alla Grotta di Massabielle ove, nel 1858, la madonna apparve a Bernadette.

Da allora quella dell’Unitalsi è una missione semplice che si nutre del desiderio di vivere il Vangelo nella quotidianità offrendo, ciascuno secondo le proprie possibilità, un contributo fondamentale per costruire una società dove ci sia spazio per la carità.

Art. 3 dello Statuto l’unitalsi è un ‘Associazione pubblica di fedeli che, in forza della loro fede e del loro particolare carisma di carità, si propongono di incrementare la vita spirituale degli aderenti e di promuovere un’azione di evangelizzazione e di apostolato verso e con le persone ammalate, disabili e in difficoltà, in riferimento al messaggio del Vangelo e al Magistero della Chiesa.

 

Perché il pellegrinaggio?

Il pellegrinaggio è molto di più di un viaggio. E’ un’esperienza di vita, è una ricerca, un cammino spirituale oltre che materiale e, soprattutto, è un incontro con Dio.

Così come il pellegrinaggio è molto di più di un viaggio, l’Unitalsi è molto di più di un’agenzia di turismo religioso. L’Unitalsi è un’opportunità per vivere la fede in modo particolare, in fraternità, con gioia, con umiltà ed al servizio di chi vive le difficoltà del corpo e dello spirito.

Quale che sia la meta fisica del viaggio (Lourdes, Loreto, Terra Santa, Fatima, Nevers, Banneux, ecc.) il messaggio, la nostra missione, non cambia: camminare insieme, in fratellanza, alla riscoperta della bellezza della Vita e dell’Amore di Dio.

CHI PUO’ FAR PARTE DEL GRUPPO? 

E’ un gruppo aperto a tutti: anziani, pensionati, giovani adulti…non ci sono limiti di età!

Rappresentanti del gruppo al Consiglio Pastorale Parrocchiale: Neide Granero e Lucia Gianantonio.

QUANDO?

Il mercoledì pomeriggio dalle 15 alle 17 circa, presso la Parrocchia dello Spirito Santo – Via Al Colletto 16 – Pinerolo, nella “Casetta Don Bosco” appena dietro alla chiesa, accanto al campo da calcio in erba.

QUAL E' LO SCOPO DEL GRUPPO?

Il nome stesso del gruppo dice che l’obiettivo è vivere l’amicizia cercando di passare dei momenti di serenità ed allegria.

Quando ci si ritrova, ci si saluta e ci si racconta come è andata la settimana. Nel momento in cu si è formato un gruppetto si ricordano le attività e gli impegni della parrocchia e poi c’è un momento di formazione cristiana con delle piccole proiezioni, seguite da una momento di preghiera.

Ci si rende disponibili per dare il proprio contributo alle iniziative e ai bisogni della parrocchia a secondo le proprie capacità e possibilità .

QUALI SONO GLI IMPEGNI DEL GRUPPO?

Alcuni degli impegni ormai consolidati sono:

  • MERCATINO DI NATALE

Tutte cooperano nel fare lavoretti di uncinetto, di cucito, di lavori a maglia o di composizioni… che poi si mettono insieme e si prepara il mercatino in prossimità del feste natalizie o altre feste.

  • SCATOLATA 

In prossimità della festa patronale nel giorno della Pentecoste, si organizza il banco di beneficenza sotto forma di “ scatolata” per sostenere le spese della parrocchia.

“Serviamo il Signore in santa allegria” 

(Don Bosco)

 

Il gruppo Chierichetti è formato da bambini/e e ragazzi/e dagli 8 ai 15 anni, che si impegnano principalmente nel servizio liturgico della Messa domenicale delle ore 10.30. 

Al di là dell’impegno del servizio, l’essere chierichetto/a offre a tutti la straordinaria possibilità di trovarsi a poca distanza da Gesù stesso nell’Eucaristia e di servire direttamente a Lui.

Il gruppo è guidato ogni anno da alcuni novizi salesiani e si incontra più o meno mensilmente per un momento di formazione, di gioco e di condivisione su varie tematiche. 

Per essere chierichetti non servono particolari “doti”: basta il desiderio di mettersi in gioco per qualcosa di veramente bello! Inoltre non è un solo servizio da “bambini”: anzi, è meglio vissuto e capito da chi è più grande,  e può offrire un cammino e uno stile di vita felice!

Perché non provare? I posti non sono limitati, ti aspettiamo! 

 

CHI SONO I VOLONTARI DELLA SOFFERENZA?

Scaturiti dal cuore Sacerdotale di Mons. Luigi Novarese con il prezioso supporto di Sorella Myriam Psorulla, sono ammalati che, docili agli inviti rivolti dalla Madonna a Lourdes a Fatima volontariamente offrono il frutto soprannaturale delle loro preghiere e del loro dolore vissuto in grazia per l'attuazione dei fini da Lei indicati, per la conversione dei peccatori, per il Papa, i Vescovi, per i Sacerdoti e il loro ministero. I fratelli sani condividono in tutto e per tutto il medesimo apostolato, offrendo a loro volta tutte le piccole e grandi sofferenze presenti nel cuore di ognuno. Insieme ci si sostiene e ci si supporta offrendo ognuno le proprie gioie e le proprie pene, si realizza un'unica offerta da presentare al Signore e prende vita una profonda unione spirituale e di amicizia, fondata sulla forza della Croce di Cristo.
I volontari ricercano e attuano una spiritualità essenzialmente mariana e vivono con responsabilità il proprio inserimento attivo nella vita della Chiesa attraverso la propria azione apostolica ed associativa verso i fratelli ammalati (l'ammalato per mezzo dell'ammalato), mediante l'attività personale, l'azione di gruppo e di settore.

COME OPERA IL CVS NELLA PARROCCHIA?

Il CVS ha come sua ragione d'essere il sostegno alla Chiesa...ed in particolare al Parroco. Intende attuare queste finalità attraverso l'azione di piccoli gruppi che Mons. Novarese ha chiamato "gruppi d'avanguardia".
Il Gruppo, presente in parrocchia,  è per tutti gli aderenti al CVS il principale elemento di incontro, di formazione e di azione apostolica nell’ambito della Chiesa locale. Ogni gruppo è composto da un numero sufficientemente limitato di membri (circa una decina di persone), in modo che risultino effettivamente  possibili quei solidi rapporti interpersonali che caratterizzano le piccole aggregazioni. ll Gruppo costituisce l’ambito in cui il cammino associativo del singolo viene accolto ed accompagnato durante tutto il percorso esistenziale (dall'infanzia alla vecchiaia). La dimensione ristretta e la stabilità dei rapporti tra i componenti facilitano il dinamismo e la flessibilità necessari per articolarne le funzioni all'interno ed all'esterno, offrendo alla persona gli elementi di cui necessita per un cammino apostolico integro e fruttuoso. La coesione ed il coordinamento del gruppo costituiscono il perno dell’azione apostolica nelle sue varie articolazioni: preghiera, formazione, programmazione e realizzazione delle varie attività, verifica di quanto operato e riprogettazione. Il frutto di questo lavoro è, appunto, messo a disposizione del parroco, che deve poter contare sul contributo dei Volontari della Sofferenza, sia su un piano spirituale, con la preghiera e l'offerta delle sofferenze a favore dell'attività della parrocchia, sia su un piano pratico, come supporto nell'accostare le varie e spesso difficili situazioni di sofferenza e solitudine presenti nella comunità parrocchiale, cercando di far comprendere agli ammalati e a tutti i sofferenti la propria vocazione di soggetto attivo e responsabile nella chiesa, nella famiglia e nella società.

per saperne di più:

Andrea  339-1259121

Anna               333-2258368              0121-397957

  • IL CVS DI PINEROLO A ROMA PER LA BEATIFICAZIONEDI MONS NOVARESEIL CVS DI PINEROLO A ROMA PER LA BEATIFICAZIONEDI MONS NOVARESE
  • IL CVS DI PINEROLO AGLI ESERCIZI SPIRITUALI A REIL CVS DI PINEROLO AGLI ESERCIZI SPIRITUALI A RE
  • MONS NOVARESEMONS NOVARESE

Free Joomla! template by Age Themes

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy PolicyChiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.